Sondaggio parodontale: l’esame per diagnosticare la Parodontite o quella più comunemente chiamata piorrea

Abbassamento delle gengive e sanguinamenti sono segnali che potrebbero indicare una parodontite, una delle patologie dentali più diffuse e rischiose.

Si manifesta con un abbassamento delle gengive che può avere diverse cause:

  • cattiva igiene orale quotidiana;
  • accumulo di tartaro;
  • spazzolamento non corretto;
  • familiarità;
  • terapie farmacologiche;
  • diabete;
  • malocclusioni;
  • traumi meccanici causati anche da protesi non adatte.

Normalmente con tessuti sani, la recessione gengivale è calcolata in media a 1 millimetro ogni 10 anni. In caso di parodontite si possono avere recessioni gengivali anche di 8/9 millimetri.

Prima della recessione viene a formarsi quella che in gergo si definisce "tasca", uno spazio tra il dente e la gengiva. Nel paziente sano, lo spazio arriva ad una profondità massima di 2 mm.

Per valutare la profondità delle tasche effettuiamo il sondaggio parodontale, un esame approfondito che misura l'entità delle tasche sottogengivali.

 

Come si effettua l’esame

Il sondaggio parodontale è la procedura diagnostica che ci aiuta a valutare:

  • la profondità e l’ampiezza delle tasche;
  • la recessione gengivale;
  • l’eventuale fuoriuscita di sangue durante l’esame;
  • la presenza di tartaro depositato all’interno delle tasche;
  • la mobilità dei denti e degli impianti dovuti al distacco del legamento parodontale.

 

Cosa sono le tasche gengivali

Le tasche gengivali si formano in seguito ad un aumento di profondità del solco gengivale.

Inizialmente sono asintomatiche e i primi sintomi di malattia parodontale compaiono solo in fase avanzata.

 

In caso di sanguinamento dei denti, alitosi, mobilità, dolore diffuso a denti e gengive, gonfiore delle gengive, rivolgiti immediatamente al nostro studio, potrebbero essere i segnali della presenza di una tasca gengivale.

Una delle cause principali della formazione di questi spazi è la placca batterica che, depositandosi nei solchi, provoca lo spostamento gengivale.

Nel tempo la placca si indurisce e si trasforma in tartaro e la presenza di batteri nelle tasche sottogengivali può provocare gengiviti, infezioni e portare ad un riassorbimento osseo.

 

Una delle conseguenze peggiori delle formazioni di tasche dentarie è la parodontite che, a causa del distacco delle gengive dall’osso, può causare la perdita di denti sani.

 

 

Gengive in caso di parodontite e genigivite

Le principali cause della parodontite

Placca batterica e tartaro sono la causa principale delle patologie parodontali.

Ma fai attenzione! Anche fumo, stress, cambiamenti ormonali, farmaci, mancanza di vitamina C, diabete e fattori ereditari possono concorrere alla formazione di tasche gengivali.

La parodontite può comparire in qualsiasi età, possono esserne affetti anche i bambini.

Colpisce facilmente le persone che hanno il sistema immunitario compromesso per malattie metaboliche, sindorme di Down, leucopenia, AIDS, morbo di Crohn.

 

Cos’è e come puoi prevenire la parodontite

Conseguenza di una gengivite trascurata, la parodontite è una grave infiammazione delle strutture che sostengono il dente. Interessa le gengive, il legamento parodontale, il cemento e l’osso.

Può causare danni a livello strutturale ed estetico, la sua più grave conseguenza infatti è la perdita dei denti. L’infiammazione trascurata, a lungo andare, causa il riassorbimento dell’osso alveolare, le gengive regrediscono e i denti non hanno più sostegno.

 

La parodontite può essere prevenuta utilizzando spazzolino, dentifricio e filo interdentale in maniera corretta e regolare. Spesso infatti anche un utilizzo sbagliato dello spazzolino può causare un abbassamento delle gengive.

Un’abitudine fondamentale per prevenire la formazione di tasche gengivali e parodontiti è quella di effettuare la pulizia dei denti professionale almeno ogni 12 mesi. In caso di tasche gengivali è possibile effettuare una pulizia sottogengivale.

 

Immagine delle tasche dentali dovute alla parodontite

 

 

A seconda dell’esito del sondaggio parodontale, il nostro specialista in parodontologia (parodontologo) potrà consigliarti i trattamenti adatti al tuo caso. Generalmente la prima cosa da fare è ricoprire le radici scoperte per preservare i denti.

 

Chiama ora per prenotare una visita specialistica e valutare lo stato delle tue gengive. Una diagnosi precoce può aiutarti a prevenire le patologie parodontali.

 

Contattaci per una visita presso il nostro centro!

Chiamaci
Indicazioni