Otturazioni semplici ed Endodonzia: Curare la carie e riportare il dente in salute

Uno dei motivi che portano più spesso i pazienti nel nostro studio dentistico per sedute di endodonzia sono le carie.

La carie dentale è una patologia batterica che può intaccare smalto, dentina e polpa dentale, creando danni più o meno gravi al dente.

 

Di fronte a piccole carie ricorriamo alle otturazioni semplici. Mentre, nei casi in cui il processo cariogeno interessi anche la polpa, si ricorre all’endodonzia.

 

Le otturazioni semplici

Le carie sono estremamente diffuse e, per noi, rappresentano un intervento di routine. Nel trattamento della carie, la nostra principale preoccupazione è di conservare la struttura originale del dente. In questo modo il paziente mantiene inalterata la dentatura naturale e non incorre in problemi di malocclusione.

 

In caso di processi cariogeni che abbiano intaccato solamente lo smalto e la dentina, ricorriamo alle otturazioni semplici che, di solito, si svolgono in pochi passaggi:

 

  • si somministra l’anestetico locale, per prevenire il dolore dovuto al trattamento;
  • eliminiamo accuratamente la carie;
  • eseguiamo l’otturazione, riempiendo i solchi con amalgame e resine specifiche.

 

Il trattamento dura circa 20 minuti e dopo qualche ora il dente può riprendere le sue funzioni, permettendo al paziente di mangiare e bere.

 

Se durante la visita emerge una situazione più complessa e ci rendiamo conto che il processo cariogeno è arrivato alla polpa dentale, possiamo valutare il ricorso all’endodonzia.

 

 

La struttura del dente e il caso in cui si ricorre all'otturazione semplice o all'endodonzia

Endodonzia: cos’è realmente?

Chiamata spesso e impropriamente “devitalizzazione”, l’endodonzia è la pratica conservativa che permette di salvare il dente cariato dall’estrazione. 

 

Per mantenere il dente del paziente, in caso di carie profonda è necessario effettuare la cura canalare. È uno dei trattamenti più temuti dai nostri pazienti e consiste nella pulizia e rimozione del nervo dentale. Non aver paura! L’endodonzia moderna ormai è molto veloce e indolore. Utilizziamo strumenti meccanici rotanti e per il trattamento impieghiamo leggermente più tempo che per un’otturazione.

 

Scopo della terapia canalare è eliminare il nervo del dente, mantenendo le radici e tutte le funzionalità del dente. Con il trattamento infatti lavoriamo sulla polpa dentale, lasciando intatta la struttura del dente. Grazie all’endodonzia è possibile agire in profondità senza dover ricorrere alle estrazioni dentali.

 

 

Il dentista tiene in mano il trapano per curare la carie. Si può ricorrere ad otturazioni semplici e trattamenti di endodonzia

 

Le fasi del trattamento di endodonzia

Per scongiurare il dolore durante la cura canalare, per prima cosa si ricorre all’anestesia locale. In questo modo il fastidio dovuto al processo cariogeno in atto cessa e si previene la sofferenza per la rimozione della polpa dentale.

 

Dopodiché accediamo alla camera pulpare e, con l’aiuto della strumentazione, individuiamo i canali sui quali lavorare. A questo punto si rimuove la polpa dentale e si procede all’otturazione dei canali. Questi passaggi sono fondamentali nell’endodonzia per evitare di dover trattare nuovamente il dente.

Grazie all’esperienza ventennale del dottor Motta e del suo staff, la percentuale di successo è molto alta.

 

Dopo l’otturazione, si ricostruisce la corona, per restituire al dente un aspetto sano e naturale. Nei casi in cui la corona sia molto danneggiata applichiamo una protesi fissa, chiamata capsula o corona.

 

Illustrazione del trattamento di endodonzia, come si agisce sul dente con i vari strumenti per curare la carie ed effettuare la cura canalare

 

Quando rivolgersi al dentista

Purtroppo la carie agisce in modo silenzioso e i primi sintomi cominciano a manifestarsi quando il processo cariogeno è già in stato avanzato. Per questo motivo ti consigliamo di fissare incontri periodici con il nostro specialista in odontoiatria.

Il dentista così potrà valutare lo stato di salute dei tuoi denti e agire tempestivamente in caso di carie.

Con il tempo infatti i batteri penetrano in profondità, danneggiando i denti in modo importante.

 

I segni che non dovresti sottovalutare sono:

  • la sensibilità al freddo, che potrebbere essere legata a carie, ma anche a bruxismo, colletti dentali, parodontite;
  • sensazione di dolore quando assumi cibi molto dolci.

 

Non dimenticare che i denti curati vanno controllati come il resto della dentatura.

La carie infatti può svilupparsi sia sui denti sani che su quelli già trattati e ricostruiti.

 

Prenota ora la tua visita di controllo nello Studio medico dentistico Dottor Alberto Motta! Prenditi cura dei tuoi denti!

 

Contattaci, ti aspettiamo!

Chiamaci
Indicazioni